Anestesia in Animali notevolmente migliorata

Anestesia ha un posto ben documentato nella medicina umana e animale, ed è particolarmente critica come un modo per calmare e trattare gli animali che sono spaventata e nel dolore.

Gli anestetici che vengono utilizzati in medicina veterinaria oggi sono molto più sicuri di quelli utilizzati in passato, ed i loro risultati sono molto più prevedibile. Anestetici gas possono essere rapidamente eliminati semplicemente rimuovendo la maschera. Anestetici iniettabili, nel frattempo, hanno tutte un agente di inversione che può essere somministrato rapidamente se ci sono effetti collaterali, come ad esempio un calo della pressione sanguigna del cane. Questo ulteriore sicurezza è molto importante, dal momento che i veterinari utilizzare anestetici più rispetto alle normali medici. Questo perché molti animali diventano estremamente terrorizzato o agitati, mentre dal veterinario. Pertanto l’anestesia è spesso usato in procedure come i raggi X, gli esami comuni e le procedure laparoscopiche.

Anestetici in pratica veterinaria può essere iniettato localmente intorno i nervi di lavorare su un sito specifico, oppure possono essere iniettati nel muscolo di lavorare in tutto il corpo. Possono anche essere inalato come gas o iniettato nel flusso sanguigno. La chiave del successo è l’anestesia un professionista con esperienza, che è per questo che è importante controllare le credenziali di qualsiasi veterinario che lavoreranno sul vostro cane.

Quando il vostro animale domestico è in programma a subire l’anestesia generale, si deve prima discutere di eventuali timori o preoccupazioni che avete con il vostro veterinario almeno una o due settimane prima della chirurgia. Lavoro sangue deve essere eseguito per individuare eventuali problemi nascosti biochimici. Anche essere sicuri di dire al vostro veterinario se avete notato uno qualsiasi dei seguenti sintomi nel vostro cane, dal momento che possono influenzare il modo l’anestesia è individuato e applicato: letargia, incapacità di esercitare, perdita di peso, sanguinamento o cambiamenti delle funzioni corporee. Inoltre, se il cane ha mai reagito male ad anestesia o altri farmaci prima, è fondamentale che si lascia che il veterinario sapere.

Il vostro cane non deve essere alimentato per almeno 12 ore prima della sedazione con anestesia generale. Se il cane è permesso di mangiare, allora potrebbe vomitare e inalare il contenuto dello stomaco nel corso del procedimento, che è un problema per ovvi motivi. Inoltre, l’animale non sperimenterà come nausea tanto durante il recupero, se non è stato inserito prima della procedura.

Se il vostro cane è abbastanza bene, lo sposo e pettine e lasciare che per alleviare se stesso prima di guidare in ospedale veterinario. Assicuratevi di essere calmo e rilassante quando si esegue questa operazione. I cani sono molto sensibili alle emozioni del loro proprietario e salire su ogni ansia che stai visualizzando.

Una volta che il cane ha avuto la procedura ed è oltre la fase di recupero iniziale, se possibile, pick up da parte del veterinario e portare a casa per recuperare. Molti ospedali veterinari non hanno il personale per vedere il cane durante la notte. Inoltre, il vostro cane si riprenderà molto più facilmente se è a casa con odori familiari e dintorni. Nella maggior parte dei casi, si può tranquillamente vedere oltre il vostro animale domestico il recupero a casa, fino a quando è mantenuto confortevole e hai numero di emergenza vostro veterinario del numero di un ospedale di emergenza immediatamente disponibili.
Anestetici, problemi di salute, salute, medico, taglio della coda, taglio delle orecchie, difficoltà di nascita, C-Section, medico, allevamento, Preparando

Strongylus Vulgaris: The Worm Deadly
Eye Graffi
Sindrome di Fanconi: una malattia renale Ereditato
Eye Anomaly: Più comune nei Collies di altre razze
Pulci
Palle di pelo / hairballs In Gatti
Disturbo Rare cause di perdita parziale dei capelli in Cani
Flea Bite dermatite: un problema molto Pesky
Equine polisaccaride Miopatia di archiviazione
Linfoma Cancro
Capire mielopatia degenerativa

Leave a Reply