Fibrosi epatica congenita In Svizzera Cavalli Freiberger

Anche se la fibrosi epatica congenita è più frequente in altre specie di mammiferi compreso l’uomo, è talvolta visto in una razza di cavalli, e che è il cavallo svizzera Freiberger. Nei test di ricerca, tutti i casi di fibrosi epatica congenita nella razza può essere direttamente collegato tornare a figli e discendenti di uno stallone di nome Wigar, confermando così che la condizione è ereditaria. Poiché la condizione non si verifica in ogni puledro nato dalla linea, ricerche hanno determinato che è un gene autosomica recessiva che causa la condizione.

Fibrosi epatica congenita è presente alla nascita e provoca un ispessimento e alterazione dei tessuti del fegato. In genere nei cavalli più colpiti la condizione è progressiva, fatale e non trattabile con l’allargamento del fegato in modo significativo e cisti di grandi dimensioni in via di sviluppo in tutto l’organo. Poiché il fegato è responsabile per filtrare il sangue e disintossicante, quando un guasto si verifica nel fegato i risultati sono molto gravi e spesso fatale.

In entrambi i cavalli e gli esseri umani, la fibrosi epatica congenita è spesso preso atto con cisti sui reni e pancreas che sono altrettanto problematici. Spesso i dotti biliari sono bloccate o ristrette, con conseguente riduzione dei livelli di bile prodotta nel corpo. Dal momento che la produzione di bile è una parte importante della digestione, la mancanza di bile nel tratto digestivo può causare problemi di digestione e anche problemi sanitari connessi.

Tipicamente puledri nati con fibrosi epatica congenita non sopravvivono per più di un anno, con l’età media di morte a 3-7 mesi. Dato che la condizione è molto rapidamente progressiva e provoca la morte, i sintomi possono essere notato solo molto poco prima della morte si verifica. Nella maggior parte dei casi i primi segni sono stati affaticamento e la mancanza di crescita, ittero o colorazione gialla per le gengive, gli occhi e le mucose, gonfiore della zona addominale e il comportamento in genere ha preso atto con coliche. Questi sono di solito descritti come calci allo stomaco con le gambe posteriori, irrequietezza, costanti e ripetitivi di laminazione e girando la testa verso l’addome.

Trattamento della fibrosi epatica congenita non è disponibile, così tutto ciò che può essere fatto è quello di mantenere la gestione del dolore puledro confortevole e uso, se necessario. E ‘fondamentale per escludere altre condizioni, come problemi digestivi, anemia e coliche che possono avere lo stesso tipo di sintomi. È importante notare che questa è una condizione molto rara e non è comune anche nella razza Swiss Freiberger. I cavalli che hanno un puledro con fibrosi epatica congenita non dovrebbero mai essere allevati di nuovo e il loro lignaggio dovrebbe essere controllato per confermare che si può far risalire al Wigar stallone. L’Università di Berna si occupa di ricerca in corso su questa condizione e tutti i record e le informazioni sui puledri affetti possono essere forniti allo studio per aiutare la ricerca di questa rara condizione.
Fibrosi epatica congenita, malattie genetiche, la sanità, Freiberger Cavallo

Un problema grave nella prostrazione da calore estivo può essere fatale
Simile alla malattia umana Emofilia Canine Von Willebrand
La perdita dei denti è più di solo un problema estetico
Abiotrophy cerebellare una grave condizione ereditata in Arabi
Atrofia progressiva della retina
Malattie del fegato nei cani
Spiculosis Nel Kerry Blue Terrier
Ereditato Blocco valvola cardiaca, restringimento può mettere in pericolo il vostro animale domestico
Malattie renali policistico (PKD)
Cardiomiopatia ipertrofica felina (HCM)
Polmonite In Cavalli è una infezione batterica

Leave a Reply